INCONTRO DEL 19 OTTOBRE 2018

Incontro fantastico!

I relatori, Matteo Grandi e Derrick de Kerckhove, complementari e preparatissimi in materia di fake news.

Appuntamento riuscito con successo anche grazie alla mediazione di Maurizio Del Pinto che ha intervistato i due relatori sull’argomento toccando dei tasselli davvero interessanti .

Di seguito riportiamo la scaletta dell’incontro per chi non avesse avuto la fortuna di essere lì in quell’occasione.

Argomenti principali.

  1. Educazione digitale: cosa si intende, a che punto siamo
  2. Puo’ esistere un accordo tra le varie Piattaforme per limitare l’Odio la violenza in Rete?
  3. Contenuto emozionale del web
  4. Il web come “Fonte di Conoscenza”

Educazione digitale:

  1. Definizione di “Prossemica della comunicazione”
  2. Alfabetizzazione e consapevolezza digitale
  3. Il web viene considerato “Realtà” invece può esserne un riflesso deformato con dinamiche e panorami difformi
  4. Tridimensionalità del WEB: interazione-velocità-linguaggio. Cosa abbiamo di fronte?

Puo’ esistere un accordo tra le varie Piattaforme per limitare l’Odio la violenza in Rete?

  1. L’Odio in Rete: come si origina?
  2. Norme giuridiche esistenti e applicazione di codici di condotta contro la diffusione dell’odio in rete: si può fare?
  3. Cancellazione di contenuti VIOLENTI: caratteristiche delle varie PIATTAFORME e algoritmi per limitare la capacità espressiva violenta-è censura-?
  4. Fenomeni di contrasto all’odio in rete: responsabilità POLITICHE/ delle varie PIATTAFORME/ responsabilità EDUCATIVEContenuto emozionale del web
    1. La “Rete” come canale di passaggio di EMOZIONI
    2. L’inconscio digitale e inconscio collettivo
    3. La Violenza in rete come recupero della propria identità individuale di fronte alla globalizzazione: annullamento della riconoscibilità e della valenza sociale di ampi strati della popolazione
    4. The Paradise Lost di Milton: perdita della propria innocenza e capacità salvifiche della Provvidenza sull’uomo. La rete ci salverà o ci annienterà?

    Il web come “Fonte di Conoscenza”

    1. Attendibilità delle “Fonti” in Rete
    2. Il fenomeno Wikipedia: spieghiamolo per evitare curiosi paradossi di conoscenza
    3. Progresso delle tecnologie di comunicazione, mutazione del linguaggio e modelli di percezione dell’individuo